Google Plus

Facebook

Twitter

Cerca

News

Sara Mascitti > News

Accertamento tributario e prelievo dati informatici

Con l'ordinanza 6/03/2019, numero 6486, la quinta Sezione Civile della Cassazione, ha sancito definitivamente l'accertamento tributario fondato sui dati contabili contenuti negli hard disk. In riferimento alla situazione, la difesa del contribuente aveva mosso una violazione della legge, facendo leva sull'irregolarità dell'acquisizione dei dati tramite supporti di questo tipo. Come sostenuto dalla difesa, questa modalità, essendo illegittima, renderebbe i dati inutilizzabili. La Suprema Corte ha rigettato tali istanze e ha ribadito il principio, in base al quale, l'irritualità dell'acquisizione delle informazioni non le rende inutilizzabili. I giudici hanno poi chiarito che, anche nel caso in cui le prove fossero state seguite in...

Continue reading

Gestire un accertamento tributario

Che cosa è un avviso di accertamento e come gestirlo? ACCERTAMENTO TRIBUTARIO - Il Comune, nell'ambito della propria attività di controllo, può notificare entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello nel quale la dichiarazione andava presentata o il versamento è stato o doveva essere effettuato, avviso di accertamento per omessa, tardiva o infedele dichiarazione oppure per mancato o parziale pagamento dell'imposta. Il Comune verifica la regolarità della posizione dei contribuenti e notifica un avviso di accertamento per informarli dell’esistenza di un loro debito tributario, secondo quanto risulta dalla documentazione in suo possesso, con l'indicazione dell'importo da pagare comprensivo di eventuali sanzioni...

Continue reading

Rottamazione ter: arrivano importanti novità

NOVITA' ROTTAMAZIONE TER - La legge di conversione approvata dal Senato ha stabilito novità molto importanti in tema di rottamazione ter. Anche i contribuenti che non sono riusciti a saldare le rate in scadenza a luglio, settembre e ottobre 2018 possono partecipare alla rottamazione ter, presentando la domanda entro il 30 aprile 2019. Gli importi dovuti si potranno rateizzare in un massimo di 10 rate, perdendo due anni di rateizzazione che, dunque, terminerà nel 2021 e nel 2023. Per quanto riguarda l'Inps, invece, va sottolineato uno stop allo stralcio delle cartelle fino a 1000 euro. Vi è, infatti, un'attesa di chiarimento...

Continue reading