Google Plus

Facebook

Twitter

Cerca

News

Sara Mascitti > News (Page 36)

L’imputato è sardo? Va processato nella sua lingua

Secondo la Cassazione "il cittadino italiano appartenente a una minoranza linguistica riconosciuta, nell'ambito di ogni procedimento pubblico cui lo sesso sia interessato, ha il diritto di essere interrogato o esaminato nella madrelingua". Il sardo? "Costituisce patrimonio di una minoranza linguistica riconosciuta" pertanto chi finisce alla sbarra ha diritto ad essere interrogato nella sua madrelingua. Stesso discorso per il verbale di udienza: va scritto in sardo, "a pena di nullità" del procedimento. A scendere in campo a difesa della "lingua sarda" è la Cassazione che, legge 482 del 1999 alla mano, ricorda che "il cittadino italiano appartenente a una minoranza linguistica riconosciuta,...

Continue reading

Storia di un Avvocato condannato per un post-it

Obbligo di regolarizzazione fiscale: stop di un anno all'avvocato che segna la cifra dell’acconto in nero versato dal cliente senza emissione di fattura. L’obbligo di emettere la fattura non è solo di carattere fiscale, ma è un vero e proprio obbligo deontologico. Il codice della “moralità” forense, infatti, impone all’avvocato di regolarizzare ogni pagamento o acconto ricevuto dal cliente. In suo difetto scatta la sanzione che può arrivare anche alla sospensione dall’esercizio della professione. E la Cassazione ha dimostrato di preferire la linea dura.   In una sentenza le Sezioni Unite hanno stabilito che va punito, con la sanzione della sospensione, l’avvocato...

Continue reading

Le Banche e il divieto di anatocismo

Il divieto di capitalizzare trimestralmente gli interessi debitori maturati sul conto corrente e non corrisposti. Il mutamento della giurisprudenza di legittimità, avvenuto con la sentenza della Corte di Cassazione n° 2374 del 16-03-1999, più volta riconfermata, in particolare nel 2004, sentenza n°21095, dalle Sezioni Unite. Con il termine "anatocismo " si indica una operazione di calcolo degli interessi sugli interessi, che ne determina un aumento esponenziale. Se un capitale produce interessi in un dato periodo, gli interessi calcolati nel periodo successivo sono anatocistici se, oltre ad essere calcolati sul capitale, sono pure calcolati sugli interessi maturati nel periodo precedente. Si...

Continue reading

Dall’investigatore ai parenti, le prove “lecite” dell’infedeltà   

Dimostrare al Giudice un tradimento sarà più facile, da oggi in poi. Se era stato ritenuto legittimo il ricorso alla relazione dell’investigatore privato sia nelle cause di separazione, che in quelle tra datore di lavoro e lavoratore oggi arriva la pronuncia che rende lecite le testimonianze “de relato”. Potranno essere utilizzate le dichiarazioni dei parenti del coniuge tradito anche quando non hanno avuto conoscenza diretta della relazione adulterina, ma ne abbiano “sentito parlare”: “Lo so perché mi è stato detto da…”, un’affermazione del genere non potrebbe mai avere alcun valore di prova nel processo civile. La testimonianza può concernere solo fatti...

Continue reading

La Riforma del lavoro tra “contratti unici” e tutele crescenti

Il Jobs act del governo Renzi è diventato legge. Già dall’inizio di gennaio del 2015 dovrebbe entrare in vigore il primo decreto delegato - che concerne i "contratti unici" a tutele crescenti, cioè assunzioni a tempo indeterminato fin da subito, ma senza le tutele dell'articolo 18 per i primi 3 anni (quindi quella che è stata chiamata la "semplificazione" delle norme sui licenziamenti e sugli indennizzi). Il resto dei provvedimenti, come per esempio le norme sulla cassa integrazione, entreranno in vigore presumibilmente tra qualche mese. Ecco quali sono, gli elementi chiave della riforma del lavoro. Riordino dei tipi di contratto esistenti, con l’introduzione di un contratto unico a...

Continue reading